Ricette e idee

CALZONE ORTICHE RICOTTA da www.cucinadell'anima.it
Ingredienti per la pasta:

Ingredienti per la farcia:

In una terrina setacciate la farina, unite l’olio e  l’acqua tiepida in cui avrete sciolto il lievito. Iniziate ad amalgamare gli ingredienti e poi unite il sale. Lavorate la pasta fino ad ottenere un impasto liscio. Formate una palla, mettetela in una ciotola, copritela con la pellicola e fatela riposare per un’ora a temperatura ambiente.
Lavate bene le cime di ortiche. Lessatele per circa 5 minuti in acqua leggermente salate, quindi scolatele.  Pulite la cipolla, affettatela finemente e fatela stufare in padella con un cucchiaio d’olio, un po’ di sale e aggiungete mano a mano un po’ d’acqua per mantenerla morbida. Strizzate le ortiche e frullatele in un robot da cucina assieme alla ricotta. Regolate di sale.

Sgonfiate l’impasto, dividetelo a metà, stendetelo in due sfoglie sottili. Prendete una teglia rotonda, rivestitela con la carta da forno, distendete la base, quindi il ripieno. Coprite con la seconda sfoglia. Chiudete i bordi in modo da formare un cordoncino, spennellate la pasta con due cucchiai di olio e cospargetela con i semi di papavero. Cuocete in forno a 220°C per 20 minuti.

MUFFIN DI ZUCCA
Provateli sono deliziosi!!! Li ho trovati su
http://blog.giallozafferano.it/cucinomasareiadieta/2014/10/15/muffin-senza-uova-e-burro/

Ingredienti

Procedimento
Amalgamare, con delle fruste elettriche, in una ciotola in ordine: la zucca, frullata e scolata, precedentemente cotta come nella ricetta dello Sformatino di zucca, l’olio, lo zucchero, il latte, gli aromi, la farina e il latte. Mettere nei pirottini da muffin, con queste dosi ne vengono 8  belli grandi, e infornare a 180°, forno già caldo, per 30-40 minuti.

 


ORECCHIETTE AL BROCCOLO FIOLARO

Questa ricetta l'ho imparata da Mariella a Ca' dell'Agata, e mi ha fatto apprezzare tanto questo ortaggio dalle molteplici proprietà, un vero amico della salute (come tutte le crucifere!). E' una rivisitazione nostrana delle orecchiette puigliesi con le cime di rapa.
Provare per credere!

INGREDIENTI
1 cespo di broccolo fiolaro (anche i gambi più grossi)
1 tazza o più di passata di pomodoro
2 spicchi d'aglio (o in alternativa qualche scalogno)
olio extravergine di oliva
orecchiette (meglio se integrali) o altra pasta corta

Lavare bene le foglie del broccolo senza eliminarte i gambi, quindi tagliare tutto in pezzetti della dimensione di mezzo centimetro circa.
Sbollentare 5 minuti non di più, in abbondante acqua bollente, quindi scolare (tenere l'acqua per cuocere le orecchiette) e immergere subito in acqua fredda. Questo consente di mantenere il colore verde acceso.
In una padellona antiaderente soffriggere l'aglio o lo scalogno in un po' d'olio d'oliva misto a qualche goccio d'acqua, quindi aggiungere il pomodoro e il broccolo. Regolare di sale, volendo aggiungere anche peperoncino. Cucinare poco, giusto il tempo che gli ingredienti si amalgamino. Nel frattempo avrete cotto le orecchiette e le salterete in padella con il sugo. Al posto del grana si può usare pangrattato tostato per pochi minuti in padella con un filo d'olio. BUON APPETITO!


COLAZIONE ENERGETICA

Leggendo un libro sull'alimentazione ho trovato questa ricetta per una colazione completa e l'ho provata, è la "crema Budwig". E’ una forma semplificata della ricetta che la dott. Kousmine ha preso, modificandola profondamente, dalla dieta della dottoressa tedesca Johanna Budwig.
Non è laboriosa come può sembrare all'inizio e si ingeriscono alla mattina un insieme equilibrato di alimenti che apporta nutrienti fondamentali.
Ci sono le proteine dello yogurt, gli omega3 dei semi di lino, gli zuccheri e i sali minerali della frutta, gli zuccheri dei cereali…e si arriva a mezzogiorno senza quella fame da morire, come succedeva sempre a me che non mi sentivo mai sazia.
Per me è stata una vera scoperta, sarà l'entusiasmo del momento, ma mi fa stare proprio bene fino a sera direi!

Le dosi qui sotto indicate sono per una persona.

Ingredienti (meglio se biologici):

Mettete lo yogurt in una ciotola capiente, aggiungete la banana sminuzzata, il succo di limone ed un frutto di stagione. In questa versione io ho usato i fichi.

Poi tritate i semi e i cereali (il metodo veloce consiste nell’avere un macina caffè elettrico e frullarli finemente fino ad ottenere una sorta di farina). Aggiungete la farina al resto. Se vi sembra troppo consistente aggiungete un po’ di succo di mela o latte di riso o avena.

Abbinatela ad un thè o un bicchiere di latte vegetale.

 

Scarica le guide al consumo responsabile Slow Food
Quattro guide della collana Mangiamoli Giusti, sul pesce, sulla carne e sui legumi per fare la spesa in modo sostenibile, stagionale, di qualità. Ovviamente con gusto!
http://sloweb.slowfood.it/

 

Torta soffice con ciliegie & ricotta
Ho trovato e sperimentato una nuova torta con le ciliegie, e ve la propongo perchè è venuta molto bene!

Difficoltà: facile - Tempo: 1 ora - Cottura: 10+40 minuti in forno a 180°.
Ingredienti per la base: 2 uova intere, 150 gr di zucchero, 55 gr di olio di semi, 65 gr di latte, 125 gr di farina 00, 1 bustina di lievito per dolci
Ingredienti per il ripieno: 500 gr di ricotta, 20 ciliegie denocciolate oppure 100 gr di uvetta o gocce di cioccolato, 4 uova, un pizzico di sale, 40 gr di semolino o farina, 80 gr di zucchero, vanillina, zucchero a velo.
Preparazione: Montate le uova con lo zucchero. Aggiungete a filo olio e poi latte, alternando con la farina, unire il lievito. Otterrete un composto denso.
Versate metà del composto in una tortiera foderata con carta forno (diametro 26 cm) e infornate a 180° per 10 minuti. nel frattempo preparate il ripieno amalgamando tutti gli ingredienti. Togliete la base dal forno, versate sopra il ripieno e sopra ancora l'altra metà di impasto base cercando di coprire tutto. Infornate altri 40 minuti circa. Lasciate raffreddare bene e sformate. Servite con una spolverata di zucchero a velo.
http://www.idolcidilaura.blogspot.com/

 

RISO ALLA CANTONESE (anche come insalata di riso fredda)
Ingredienti: Riso per insalate (il GANGE integrale che si trova nei negozi di Biologico è perfetto) Prosciutto cotto a cubetti, Uova strapazzate, Piselli lessati
Cuocere il riso nella modalità preferita, nel frattempo strapazzare in padella le uova (quantità a propria discrezione) e lessare i piselli. Poi unire tutti gli ingredienti e servire caldo o freddo. In alternativa quasta ricetta è buona anche con la pasta


Andando per erbe...
Ieri c'è stata la "Festa del Pisacàn" al nostro paese, ed alcuni erboristi dell'Erbecedario di Sprèa (monti Lessini) sono venuti a farci da guida tra i campi per insegnarci a riconoscere e usare le erbe spontanee. Nel pomeriggio hanno anche dato dimostrazione di come si estraggono gli oli essenziali e hanno realizzato in diretta gelatine e confetture casalinghe. Ve ne proponiamo alcune ricette molto semplici, ottime da accompagnare a fine pasto con i formaggi:

GELATINA DI VINO
Ingradienti: 1 Litro di vino rosso, 1 Kg di zucchero, 1 busa di pectina (fruttapec).
Procedimento: mettere gli ingredienti in una casseruola e portare ad ebollizione. Lasciar bollire 7 minuti, quindi invasettare ancora liquida (si addenserà raffreddando).

GELATINA DI ROSMARINO
Ingredienti: 1 Litro di acqua, 1 Kg di zucchero, 1 busta di pectina, una manciata di rametti di rosmarino (oppure si può fare con il basilico o altro ancora)
Procedimento: mettere acqua, pectina e rosmarino in una casseruola e far bollire per 3 minuti, quindi togliere il rosmarino e aggiungere lo zucchero, far bollire altri 3 minuti quindi invasettare ancora liquida.

CONFETTURA DI MELE E FIORI DI SAMBUCO
Ingredienti: 2 Kg di mele, 2 Kg di zucchero, 2 buste di pectina, 2 bicchieri d'acqua, un po' di fiori di sambuco.
Procedimento: in una cesseruola mettere l'acqua, la pectina e le mele sbucciate e tagliate a pezzetti; far bollire qualche minuto, frullare con il mixer ad immersione, quindi aggiungere lo zucchero, far bollire un altro po' e quindi ri-frullare tutto. Quando riprenderà il bollore aggiungere i fiorellini di sambuco (senza i gambi, quindi bisogna sgranarli con un po' di pazienza) e quando riprende a bollire di nuovo, invasettare.
Molto bella questa idea, nel vasetto si vedranno i fiorellini immersi nella confettura, e le conferiranno il sapore tipico e dellicato del sambuco.

 

Dopo Cà dell'Agata...
Oggi, a conclusione degli incontri CIBO PER PENSARE, siamo stati a pranzo presso l'agriturismo Ca' del'Agata a Zugliano (VI), dove si mangiano cibi biologici e vegetariani, un posto che vi consigliamo vivamente per l'armonia con la natura che si respira...e soprattutto... si gusta!
Sono state tante le idee e le ricette che ci siamo "portati via" grazie alla gentilezza di Mariella, la proprietaria e cuoca dell'agriturismo, che ci ha spiegato ogni piatto.
Tra tutte quella più semplice ma che ci ha stupito di più è stata l'insalata, così ve ne riproponiamo gli ingredienti:

INSALATA Ca' dell'Agata
Ingredienti: foglie di insalata novella, foglioline di spinaci novellli, carote grattugiate, crauti crudi (preparati da Mariella) e pezzetti di mela.
Provare per credere!


La primavera è generosa con noi!
.... quasi sapesse che l'orto può darci poco in questo periodo!
Ci regala infatti un sacco di erbe spontanee buone da mangiare e ottime per la salute! Carletti, pìxacàn, bruscandoli, ortiche...
A proposito di quest'ultime, abbiamo scoperto solo ultimamente quanto siano preziose!, Sentite cosa scrive un manuale di erbe spontanee:
l'ortica svolge un'azione rimineralizzante, antianemica, ricostituente, depurativa, diuretica, antireumatica, antinfiammatoria, ipoglicemizzante, tonica, emolliente, antisettica ecc...
Non male he??
E allora diamoci dentro, le foglie si possono raccogliere da Aprile a Luglio, usandole fresche o seccandole.
Sabato abbiamo provato a fare gli gnocchi, sono venuti molto buoni, vi passiamo la ricetta!

Ingredienti per gli gnocchi con le ortiche
(dosi per 4 persone)

Preparazione
Usando dei guanti di gomma pulite le ortiche, lavatele con cura (le foglie pelose raccolgono tanta polvere). Cuocete le ortiche con la sola acqua rimasta dalla lavatura, strizzatele, e tritatele molto fini. Cuocete le patate con la buccia, sbucciatele, riducetele in purè usando il passaverdure o uno schiaccia patate. Versate la farina sulla spianatoia, unitevi le patate passate ancora calde, le ortiche tritate, l’uovo e un po’ di sale. Lavorate l’impasto per renderlo omogeneo. Fate gli gnocchi seguendo il vostro procedimento preferito, usando o meno il “pettine” o la forchetta.
 
Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli e conditeli con il burro fuso aromatizzato con la salvia e abbondante parmigiano reggiano grattugiato.

(da www.buttalapasta.it)